Ryanair Fa Appello All’UE Per Impedire – Ancora Una Volta - La Chiusura Dei Cieli Europei Per Gli Scioperi Dei Controllori Di Volo Francesi

30 Mar 2016

Ryanair, la compagnia aerea numero uno in Europa, oggi (30 marzo) ha fatto appello alla Commissione Europea affinché prenda provvedimenti per impedire che i cieli sopra l’Europa siano chiusi ancora una volta dai sindacati dei Controllori del Traffico Aereo francesi, per la terza volta in 2 settimane e per la 43esima volta in 7 anni.

Questa ultima ingiustificata azione mostra come un minuscolo sindacato francese possa ancora una volta tenere in ostaggio il mercato unico Europeo (e i cieli aperti) mentre il Governo Francese protegge i voli interni alla Francia (attraverso un minimo servizio obbligatorio) e mentre migliaia di voli da Regno Unito, Irlanda, Spagna e Italia – nessuno dei quali decolla o atterra in Francia – vengono cancellati, e i programmi di viaggio di centinaia di migliaia di passeggeri interrotti.

Il fallimento della Commissione Europea nell’impedire queste ripetute cancellazioni si fa beffe del mercato unico europeo, mentre il Commissario Junkers parla del rendere l’Europa competitiva. Ryanair e altre compagnie aeree dell’Unione Europea hanno ripetutamente fatto appello alla Commissione affinché introduca due semplici misure che allevierebbero l’impatto di tali scioperi dei Controllori del Traffico Aereo sui consumatori:

a.    Richiedere ai sindacati dei Controllori del Traffico Aereo francesi di agire con arbitrato vincolante invece che con scioperi per risolvere le loro rivendicazioni, oppure

b.    Permettere agli altri Controllori del Traffico Aereo europei di gestire i voli sullo spazio aereo francese durante gli scioperi dei sindacati dei Controllori di Volo.

Ryanair ha anche fatto appello alla Corte Europea affinché faccia marcia indietro sul suo precedente regolamento secondo cui le compagnie aeree dell’Unione Europea debbono rimborsare i passeggeri in tali casi di sciopero dei Controllori del Traffico Aereo su cui i vettori non hanno controllo, e non possono recuperare queste somme dai sindacati dei Controllori di Volo francesi (che in molti casi eccedono la tariffa aerea pagata).

Il Chief Marketing Officer di Ryanair, Kenny Jacobs, ha dichiarato:

“E’ tempo che la Commissione Europea agisca per proteggere gli interessi dei passeggeri d’Europa che sono tenuti frequentemente in ostaggio dai sindacati dei Controllori del Traffico Aereo francesi. Non si può avere un effettivo mercato unico europeo se si permette a un minuscolo sindacato francese di chiudere metà dei cieli sopra l’Europa, causando la cancellazione/ritardo dei voli di centinaia di migliaia di passeggeri , e senza che questi passeggeri possano essere riprogrammati perché tutti gli altri voli sono fortemente prenotati durante il picco del periodo festivo pasquale.

Chiediamo a tutti i passeggeri lasciati a terra questa settimana di sottoscrivere la petizione online di Ryanair www.keepeuropesskiesopen.com e facciamo appello alla Commissione Europea affinché impedisca che i cieli europei vengano chiusi dai Controllori del Traffico Aereo francesi. Le compagnie aeree europee e i nostri clienti sono stufe di essere ricattate e tenute in ostaggio da un minuscolo sindacato dei Controllori di Volo francesi, mentre la Commissione e la Corte Europea stanno pigramente ferme senza fare nulla in merito.”